Archivi categoria: Il futuro è ora

Appunti sul mio futuro

“Il futuro non esiste, il futuro va creato”. Lo diceva Zygmunt Bauman,  il filosofo della società liquida, per intenderci. Quindi dimenticatevi il caso, la fortuna. E la sua società è talmente liquida che,  sostiene anche,  il caos, e quindi il caso, … Continua a leggere

Pubblicato in Books please!, Il futuro è ora, Life style, Vita da bibliotecaria | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

Brexit: Elena Ferrante scrive alla Gran Bretagna

Si avvicina il referendum sull’Europa. Draghi si dice disposto a tutto e un referendum indetto dal Guardian indica che il 52% dei cittadini  inglesi è favorevole all’uscita dall’Europa. Lo stesso The Guardian ha chiesto a diversi intellettuali europei di scrivere … Continua a leggere

Pubblicato in Genere femminile, Il futuro è ora, La storia siamo noi | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 1 commento

Un Mixer di cocktail e libri….

Quando ha aperto, circa un mese fa, una domanda ce la siamo fatta tutti. Eh sì, perché nel raggio di poche centinaia di metri, di bar ce ne erano già una decina. 2 con Mixer nella stessa piazza e 1 … Continua a leggere

Pubblicato in Books please!, Il futuro è ora, Life style, Living with books | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 2 commenti

WW1. A story of “almost” love and war…

Una ragazza di provincia e un soldato inglese. Lettere, cartoline e foto scambiate quasi 100 anni fa. Basta poco per raccontare, o sognare, una storia di quasi amore e guerra… http://www.eastsussexww1.org.uk/a-story-of-almost-love-and-war/

Pubblicato in Cose fatte, Genere femminile, Il futuro è ora, La storia siamo noi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Un paio di scarpe anzi più d’uno e le radio dei miei 20 anni ma 30 anni dopo…

Le scarpe erano le Peter Flowers, rigorosamente a punta, da alternarsi ai Camperos. Le ho portate negli anni ’70: alle prime ora dovrei rinunciare, temo sarebbero troppe dolorose. Forse anche i Camperos, che ho conservato in originale sino a qualche … Continua a leggere

Pubblicato in Famiglia, Il futuro è ora, Musica, musica! | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

L’uomo di moda è Menaissance

L’ho letto oggi per la prima volta su Il Corriere della Sera: Men+renaissance. Eppure pare che il termine sia stato coniato nel 2010. Il che dimostra quanto poco sia fashionista E non mi piace, anche ora che ne so il … Continua a leggere

Pubblicato in Balocchi e profumi, Il futuro è ora, La bellezza ci salverà, Life style | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Foto orfane? le adotto io…

Nelle bancarelle dei mercatini sempre più mi appassiono alle vecchie fotografie. Ne salvo alcune e poi fantastico vite. Di questa ciò che mi ha colpito è l’evanescenza, lo sguardo vuoto della persona ritratta, l’atteggiamento rinunciatario di chi lascia fare. Sarà … Continua a leggere

Pubblicato in Antiques, Foto orfane, Il futuro è ora, La storia siamo noi | Contrassegnato , , , , | 3 commenti

Vita da bibliotecaria: gli allerta meteo

La lettura in classe è programmata da tempo. Le insegnanti con un cartello avvisano i genitori che oggi andrò a leggere. Nel frattempo radio, tv e giornali martellano con gli allerta meteo, peraltro non previsti nella nostra zona, altrimenti le … Continua a leggere

Pubblicato in eleanor roosevelt, franklin d. roosevelt, Il futuro è ora, kentucky, librarian pack horses, Life style, Rampolli, Vita da bibliotecaria, WPA | Contrassegnato , , | 3 commenti

Di famiglia non ce n’è una sola, lo sanno anche i bambini

C’è quella fatta di mamma e papà, quella dove si nasce e si cresce e quella che si costruisce. Ma ce ne sono anche fatte di mamma e mamma o papà e papà, quella in cui si cresce che non … Continua a leggere

Pubblicato in Books please!, Il futuro è ora, La storia siamo noi, Life style, Living with books, Rampolli, Vita da bibliotecaria | Contrassegnato , , , , , | 3 commenti

Lettere di emigrati ai compagni del Mezzogiorno d’Italia (Libreria Feltrinelli)

“Non ha importanza xhe tu sia bracciante pugliese, disoccupato calabrese o pastore. Non importa che tu sia neo-diplomato, muratore o contadino. Importante è che tu sappia che cosa ti attende se emigri, se ti lasci illudere dalla propaganda del governo…

Pubblicato in Books please!, Il futuro è ora, Living with books, Rampolli, Vita da bibliotecaria | Contrassegnato , , , , , , , , | 1 commento