Un bassorilievo a Ovada (Il Sacrificio dell’arte)

Il nostro Paese è un museo a cielo aperto. Anche i piccoli centri hanno piccoli e grandi tesori da salvaguardare. Per farlo tutti noi dobbiamo diventare sentinelle, imparare a vedere, volere il bello. Cartaresistente ci offre l’opportunità di segnalare cosa preservare: facciamolo. Magari guardando meglio nei luoghi in cui passiamo ogni giorno con sguardo indefferente.

Un bassorilievo a Ovada (Il Sacrificio dell’arte).

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Antiques, La bellezza ci salverà, La storia siamo noi e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Un bassorilievo a Ovada (Il Sacrificio dell’arte)

  1. Pendolante ha detto:

    Avevo letto e apprezzato. Credo che a guardarci bene nelle nostre città ci siano moltissimi di questi piccoli capolavori indifesi, lasciati alla sensibilità e buona volontà dei cittadini… per uno che se ne salva, molti vengono murati, tinteggiati, esportati…

    • cinziarobbiano ha detto:

      In molti hanno perso la capacità di vedere lo scempio quotidiano che si manifesta in moltissimi modi. Ricominciare da qui può voler dire migliorare anche quello c’è intorno, e quindi anche anoi. grazie per il commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...