A Ferramonti per ricordare. Anche Isacco, che non c’è più

Mi assento. Vado a Tarsia per partecipare alle iniziative per il Giorno della Memoria. Andrò a raccontare delle mie ricerche e ricordare Iso che il 13 gennaio ha smesso di vivere. Avrebbe compiuto 103 anni a febbraio il “mio Iso”. Una vita lunghissima, che ha saputo vivere appieno.

Su di lui e il suo internamento nel Campo di Internamonti avevo scritto in Erano studenti, erano erranti. Erano ebrei

L’articolo è stato ripreso e tradotto in inglese, tedesco e ungherese da Poesie del fiume Wang

Questo è il programma delle  iniziative che si svolgeranno a Tarsia nei prossimi giorni

ferramonti-giorno-della-memoria-2017

Iso, con fisarmonica

Contemporaneamente a Roma, all’Auditorium Parco della Musica, giovedì 26 gennaio alle ore 20.30 si svolgerà il concerto “Serata Colorata”.  Serata Colorata rievoca le musiche composte e suonate dai musicisti internati a Ferramonti, in Calabria, uno dei più grandi campi fascisti della Seconda Guerra Mondiale, Nonostante le condizioni di privazione estrema, ferveva l’attività artistica, tra cui i concerti definiti “Bunter Abend” (Serata Colorata), vivaci intrattenimenti in una baracca adibita a sala concerti. Una storia eccezionale di cui si sono quasi perse le tracce, che torna a vivere grazie all’imponente lavoro di recupero e ricerca musicale di Raffaele Deluca, musicista e musicologo del Conservatorio di Musica “G. Verdi” di Milano e che sarà narrata da Peppe Servillo.

La musica di Ferramonti è una pagina di enorme interesse nella storia del nostro Paese. Da un lato le privazioni, la cupezza, gli stenti, il caldo di un’area infestata dalla malaria. Dall’altro la generosità della popolazione locale e delle guardie, e l’esistenza di una ricca vita musicale.

Ricordare Ferramonti nel Giorno della Memoria è un monito contro ogni forma di persecuzione, e un modo per rendere omaggio alla forza d’animo, alla creatività, al coraggio di quanti riuscirono a mantenere intatta la dignità, il desiderio di cultura e la forza del sogno,  ricordando le persone che si prodigarono per aiutare gli internati.

Il concerto verrà trasmesso in diretta da Rai5.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cose fatte, La storia siamo noi, Musica, musica! e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a A Ferramonti per ricordare. Anche Isacco, che non c’è più

  1. Pendolante ha detto:

    Una giornata importante quella della memoria. Un pensiero caloroso al tuo Iso…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...